I sostenitori del NMF

Fondazione mps

Una grande cooperativa di consumatori
Unicoop Firenze è la più grande cooperativa di consumatori d’Italia per soci e vendite.
Le radici di Unicoop risalgono al XIX secolo quando – il 1 novembre 1891 a Sesto Fiorentino – fu costituita la cooperativa dalla quale, in seguito ad una serie di fusioni, è nata l’attuale società . Il nome Unicoop Firenze nasce nel 1973, con la fusione di tre grandi cooperative toscane: Toscocoop, Coop Etruria e Unicoop Empoli. Nel 1998 e avvenuta un’ultima grande fusione, con Unicoop – Cooperative Pisane Riunite.

La differenza fondamentale con le altre catene della grande distribuzione è negli scopi sociali che la cooperativa si pone:
la non divisione degli utili fra i soci, l’utilizzo delle risorse a scopo di solidarietà  e socialità , la gestione attenta dei punti di vendita per garantire la convenienza e la qualità  dei prodotti.
Unicoop Firenze conta attualmente 104 punti vendita, divisi tra 40 minimercati a insegna InCoop, 12 supermercati tradizionali e 52 superstore a insegna Coop situati in sette province della Toscana: Arezzo, Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato e Siena.

Dal 2000 Unicoop Firenze è impegnata, insieme al mondo del volontariato laico e cattolico, nella campagna di solidarietà  “Il Cuore si scioglie”, per favorire il sostegno a distanza dei bambini in molte realtà  povere del Sud del mondo. Le adozioni consentono a questi ragazzi di avere vitto, assistenza sanitaria e la possibilità  di accedere all’istruzione scolastica. La cooperativa, d’altra parte, finanzia in questi stessi Paesi progetti per realizzare scuole, centri di accoglienza, garantire cure mediche e creare opportunità  di lavoro.

I dati del gruppo aggiornati al 31 dicembre 2014
soci: 1.241.126
punti vendita:104
vendite (in milioni di euro): 2.363,4
dipendenti: 7.881
patrimonio netto: € 1.442 milioni di euro

Maggiori informazioni sul sito.

 


La Fondazione CR Firenze è una fondazione di origine bancaria, un ente senza scopo di lucro che persegue l’interesse sociale attraverso un attento programma di investimenti e progetti sul proprio territorio di intervento: Firenze e Città Metropolitana, le province di Grosseto e Arezzo.

La storia della Fondazione CR Firenze ha inizio nel 1829 quando 100 cittadini, per autonoma iniziativa con un capitale sociale di 6.000 fiorini diviso in 100 azioni da 60 fiorini l’una, costituirono, come società privata, la “Società della Cassa di Risparmio“, al fine di favorire la formazione del risparmio e la previdenza nelle classi meno agiate.
Nell’aprile del 1992 (Legge Amato 218/90), avvenne il conferimento dell’attività bancaria alla neocostituita società per azioni Cassa di Risparmio di Firenze Spa da parte della originaria Cassa di Risparmio di Firenze.

Nel luglio 2000, dopo l’approvazione del nuovo statuto da parte del Ministero del Tesoro, le fondazioni bancarie hanno definitivamente assunto la personalità giuridica privata (Legge Ciampi 461/98).

La Fondazione CR Firenze, come tutte le altre fondazioni di origine bancaria, è soggetto al controllo ed alla vigilanza del Ministero del Tesoro, che ne verifica il rispetto della legge e degli statuti, la sana e prudente gestione, la redditività dei patrimoni e l’effettiva tutela degli interessi contemplati negli statuti (art. 10 D. Lgs. 153/99).

La Fondazione oggi, raccogliendo l’eredità dell’originaria Cassa, persegue le sue finalità statutarie operando in Toscana con particolare attenzione al territorio fiorentino impiegando i proventi del suo ingente patrimonio attraverso i quali realizza e finanzia progetti.

5 sono i settori di intervento in cui opera la Fondazione CR Firenze: la promozione della cultura e dell’arte insieme alla conservazione e alla valorizzazione dei beni culturali; la tutela del paesaggio, dell’ambiente e dell’agricoltura; la ricerca scientifica e le innovazioni tecnologiche anche in campo medico sanitario; la crescita e la formazione giovanile; il volontariato e la solidarietà.

 

Maggiori informazioni sul sito.

Share on FacebookTweet about this on Twitter