Un grande tetto per grandi idee

panoramica Nelson Mandela Forum

Nelson Mandela Forum luogo di incontro tra uomini e culture.

Nelson Mandela Forum è il nome del Forum di Firenze.
Per natura e vocazione il Mandela Forum è un grande tetto sotto al quale si svolgono molteplici attività, sportive e culturali, dedicate e finalizzate all’incontro tra uomini e culture.
Sotto il grande tetto del NMF coltiviamo il sogno di rianimare il terreno comune sul quale gli uomini possono incontrarsi e scoprire la ricchezza delle loro diversità. Perché dove gli uomini si incontrano per davvero nasce il senso dello stare assieme, dell’essere una comunità, aperta, globale, multiculturale.

Per dare un nome, un volto e un corpo a questo grande sogno abbiamo guardato a Nelson Mandela, scomparso il 5 Dicembre 2013, che è stato sicuramente l’esempio che meglio ha incarnato gli aspetti più alti dello lo spirito umanitario di questi tempi.

Per dare vita e concretezza al nostro progetto ci rivolgiamo alla musica, al teatro, allo sport, alla politica, all’arte, alla religione e a tutte le attività che possono contribuire a dissodare e fecondare il terreno comune della coscienza e del sentire, sul quale gli uomini possono incontrarsi, crescere, danzare, ascoltare e pensare.

Oltre all’attività sportiva all’interno del Mandela Forum si svolgono eventi musicali, teatrali e di spettacolo, dei più diversi generi e con gli allestimenti più impensabili. Si tratta peraltro del genere di attività che maggiormente richiama il pubblico e che, paradossalmente, risulta essere la più trascurata in sede di ideazione e progettazione originaria di questo genere di strutture, soprattutto quelle meno recenti.
Il Mandela Forum ospita poi incontri politici e religiosi, manifestazioni ed eventi di culto, mostre di ogni genere, concorsi, convegni, feste per salutare l’anno nuovo o per conoscere meglio gli usi ed i costumi di paesi stranieri.
Come ben si comprende, in un Forum si svolgono tutte quelle attività che arricchiscono il patrimonio culturale dell’uomo e della comunità in cui vive, in una sorta di moderna “agorà”, capiente, attrezzata ed organizzata.

 

Share on FacebookTweet about this on Twitter