Coronavirus: ATTIVITA’ SOSPESE FINO AL PROSSIMO 3 APRILE

Coronavirus, Attività sospese fino al prossimo 3 Aprile

A seguito delle nuove disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri tutti gli eventi e le manifestazioni di qualsiasi natura sono sospesi fino al prossimo 3 aprile 2020 per far fronte all’emergenza epidemiologica da COVID-19

A chi rivolgersi 
In presenza di caso sospetto si consiglia di contattare il 118.
Per ogni utile informazione contattare il numero telefonico di pubblica utilità istituito da Ministero della Sanità 1500 attivo 24 ore su 24.

Per favorire una corretta informazione sul Covid-19, la Regione Toscana ha messo a disposizione dei cittadini un numero verde, presso il Centro di Ascolto Regionale, al quale rispondono operatori adeguatamente formati. Il servizio fornisce orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul tema del Coronavirus. Il numero verde a cui il cittadino può rivolgersi è 800.556060, opzione 1, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 15.

Per i soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di Covid-19 e per tutte le persone che negli ultimi 14 giorni sono rientrate in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate all’epidemia o da zone sottoposte a quarantena della Regione Lombardia e della Regione Veneto, sono disponibili i seguenti numeri messi a disposizione dalle Aziende sanitarie:

  • Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 5454777
  • Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 954444
  • Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 579579

Cosa é
Il virus responsabile dell’epidemia che sta attualmente interessando alcune province della Cina,  è un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato in precedenza nell’uomo. I coronavirus fanno parte di una vasta famiglia di virus che possono causare un raffreddore comune, una forma lieve simile all’influenza ma anche  malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Come si trasmette
La trasmissione da uomo a uomo è stata confermata, ma sono necessarie ulteriori informazioni per valutare la portata di questa modalità di trasmissione.

Misure precauzionali
Per arginare l’epidemia le autorità cinesi hanno adottato eccezionali misure di prevenzione e controllo. Alcuni casi sono stati esportati in altri Paesi del mondo inclusa l’Unione Europea, compresa l’Italia.
Essendo una malattia nuova ancora non esiste un vaccino che protegge da questo tipo di virus. Per impedire la diffusione del virus, in Italia sono state adottate misure precauzionali di alto livello.

Raccomandazioni
Le raccomandazioni per ridurre l’esposizione e la trasmissione della possibile malattia sono analoghe a quelle previste per la sindrome influenzale:

  • lavarsi le mani, in assenza di acqua usare gel alcolici;
  • coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, usare il fazzoletto di carta e gettarlo nel cestino;
  • se possibile, rimanere in casa in presenza di malattie respiratorie febbrili, specialmente nella fase iniziale;
  • evitare di toccarsi occhi, naso o bocca; i virus possono diffondersi quando vengono toccate superfici contaminate.

I sintomi
I sintomi più comuni sono febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie.
Le informazioni attualmente disponibili suggeriscono che il virus possa causare sia una forma lieve, simil-influenzale, che una forma più grave di malattia come polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino morte.

In particolare si parla di caso sospetto se la persona ha sintomi respiratori gravi, febbre e tosse, e se nei 14 giorni prima della comparsa di tali sintomi è stato in una delle zone a rischio della Cina. Si considera caso sospetto anche chi è stato a contatto stretto con un caso probabile o confemato

Per maggiori informazioni sulla definizione di caso sospetto, probabile, confermato, puoi consultare l’allegato 1 alla circolare ministeriale n. 2302 del 27 gennaio 2020.

Task Force Regionale
La Regione Toscana assicura il continuo raccordo con le autorità sanitarie nazionali e con le Aziende Sanitarie regionali, adeguatamente allertate e costantemente informate sulle indicazioni operative e le linee di indirizzo definite a livello nazionale.

Dov’è
Piazza Enrico Berlinguer
tel.+39 055.67 88 41
dov'è
bus
taxi
plane
auto
car2go
bike

It happened the day ...

" 31 maggio 1962: l’esecuzione di Adolf Eichmann in Israele "