L’emancipazione femminile attraverso i Giochi olimpici

fino al 10 aprile il Mandela Forum ospita la mostra itinerante

Fa tappa al Mandela Forum l’esposizione itinerante dedicata al tema dell’emancipazione femminile vista attraverso i giochi olimpici.

La mostra, voluta da Comune di Firenze e Panathlon Club, è articolata in due sezioni con 50 pannelli e segue la logica temporale dell’evento sportivo per eccellenza, le olimpiadi estive e i giochi invernali.

“Una bella iniziativa per prepararsi allo spirito olimpico – ha detto l’assessore allo Sport Andrea Vannucci – Una mostra che riflette l’impegno delle donne per affermarsi in un ambito a lungo negato. Invito tutti ad andare al Mandela a scoprire questo importante viaggio di forza e passione”.

Se a Londra 2012 (edizione numero trenta) la rappresentanza rosa era pari al 45% dei partecipanti, agli albori dei Giochi dell’era moderna la situazione era ben diversa e da segnalare che lo stesso De Coubertin non era favorevole all’agonismo femminile.

Risale al 1900 a Parigi la comparsa della prima campionessa olimpica, mentre la prima donna italiana a salire sul gradino più alto del podio fu Ondina Valla, vincitrice degli 80 metri ostacoli a Berlino 1936.

Le immagini, organizzate da Adriana Balzarini, testimoniano questo viaggio verso l’emancipazione delle donne nello sport.
La mostra, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 10 aprile dalle 10 alle 18.

Dov’è
Piazza Enrico Berlinguer
tel.+39 055.67 88 41
dov'è
bus
taxi
plane
auto
car2go
bike

It happened the day ...

" 9 Dicembre 1948: la convenzione dell’ONU contro il genocidio "