“Cosa conta nella vita non è il semplice fatto di aver vissuto. E’ la differenza che abbiamo fatto nella vita degli altri che determina il valore della nostra vita” — Sono le parole con cui la fondazione Mandela annunciò il 5 Dicembre 2013 la scomparsa di uno dei giganti del XX secolo: Nelson Rolihlahla Mandela

Il governo di Nelson Mandela istituisce la giornata della riconciliazione in una data simbolica per diverse componenti della società sudafricana. Per gli afrikaners, il 16 Dicembre era il giorno in cui si ricordava la vittoria dei voortrekker sulle truppe zulu nella battaglia di Blood River nel 1838. Dall’altra parte dello spettro il 16 dicembre era

Inizia in Sudafrica la conferenza per un Sudafrica democratico (Codesa), primo negoziato ufficiale tra governo, ANC (il partito di Nelson Mandela) ed altri partiti sudafricani. E’, secondo Mandela, l’evento costituzionale più importante dopo quello del 1909, quando le ex colonie britanniche del Capo e del Natale, e le repubbliche boere del Transvaal e dello Stato

Nelson Rolihlahla Mandela nasce il 18 Luglio 1918 a Mvezo. Politico e militante per i diritti civili in Sudafrica è stato il primo presidente sudafricano eletto dopo la fine dell’apartheid. Nel 1964 viene condannato  ed incarcerato a vita per la sua resistenza al regime segregazionista sudafricano, verrà liberato nel 1990, dopo 27 anni passati in

Desmond Mpilo Tutu, brillante teologo, Premio Nobel per la pace nel 1984 e voce libera contro il regime segergazionista, diventa il primo arcivescovo di colore della Chiesa Anglicana del Sudafrica, segnando un importante passo verso l’abolizione dell’apartheid, che a suo avviso aveva trasformato il Sudafrica in “una polveriera pronta ad esplodere”.

La sera dell’11 settembre 1906 nell’Empire Theatre di Johannesburg si tenne una affollatissima assemblea della comunità indiana residente in Sudafrica. L’assemblea era stata convocata per protestare contro le nuove norme introdotte in un’ordinanza proposta dal governo relativa alla registrazione dei membri della comunità indiana. In quella assemblea Gandhi propose per la prima volta di adottare

Non ancora trentenne muore in carcere, ucciso dalla polizia sudafricana, Steve Biko, il fondatore della Saso, l’organizzazione degli studenti sudafricani. Peter Gabriel gli dedicò una celebre canzone: “Puoi spegnere con un soffio una candela/ ma non puoi spegnere un fuoco/ Una volta che le fiamme cominciano a divampare il vento le soffierà più in alto.”

I lavori della commissione per la verità e la riconciliazione, presieduta dal premio Nobel per la pace Desmond Tutu, erano iniziati due anni prima, con lo scopo di far luce sulle responsabilità di trentanni di politiche di Apartheid. A fronte di una piena ammissione di colpvolezza la commissione concederà l’amnistia a 913 su 7100 richieste