La Giornata internazionale della pace venne istituita il 30 novembre 1981 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione 36/67. Nella risoluzione si indicava il terzo giovedì di settembre ogni anno, come un giorno di pace e di non-violenza e si invitavano le nazioni a sospendere le ostilità durante il giorno. Successivamente il 7 settembre

Il filosofo Aldo Capitini organizza la prima marcia della pace Perugia – Assisi. Ispirandosi alla bandiera dei pacifisti anglosassoni guidati da Bertrand Russel, Capitini fece cucire in gran fretta delle strisce colorate da portare alla marcia. Negli anni successivi la Marcia per la pace Perugia – Assisi divenne una delle più manifestazioni più significative del

Tre soldati statunitensi, appartenenti alla missione Restore Hope in Somalia, perdono la vita a bordo di un elicottero. I militari erano stati inviati dall’Onu con un contingente di 30 mila uomini, incaricati di fermare le violenze ed alleviare le sofferenze dei civili vittime prima di una dittatura e della guerra. I caschi blu avevano l’obiettivo,

Il presidente del consiglio italiano Antonio Giolitti invia un ultimatum alla Turchia, che per il tono brutale ed ingiustificato, equivale ad una dichiarazione di guerra. E’ il pretesto italiano per avviare la conquista della Libia, teoricamente una passeggiata, che in realtà si rivela più difficile del previsto a causa delle brutalità commesse dagli italiani e

Mordechai Vanunu, il tecnico nucleare che aveva rivelato alla stampa inglese i dettagli del programma nucleare segreto israeliano, viene rapito a Roma da agenti del Mossad. Vanunu prima di essere scarcerato nel 2004, Vanunu trascorrerà 18 anni in carcere, di cui 11 in isolamento. FacebookTwitter

Finisce il processo contro i gerarchi nazisti. Dei ventidue imputati, dodici sono condannati a morte per impiccagione, tre all’ergastolo, quattro dai 10 ai 20 anni di reclusione, solo tre vengono assolti. Il 16 ottobre 1946, il giorno delle esecuzioni, viene impiccato anche Goering, nonostante si fosse già tolta la vita in carcere. Borman, introvabile al

Il 3 ottobre 1935, senza alcuna dichiarazione di guerra, le truppe italiane varcarono il confine con l’Abissinia, il generale De Bono dall’Eritrea e il generale Graziani dalla Somalia. La società delle Nazioni accusò immediatamente l’Italia di aggressione. Il conflitto costò la vita a 275.000 soldati etiopi (500.000 furono i feriti), a 4.350 tra soldati e